Quante volte ci siamo detti “da domani si cambia”?

Quante volte ci siamo detti frasi come: “da domani si cambia”? Oppure, quante volte le donne si dicono: “da domani inizio la dieta”? Una delle cose che ho visto fare è stata quella di scrivere su un foglio: “dieta”, e poi di appiccicarlo sulla porta del frigo, in bella evidenza. 

Quel foglio rimane li per giorni e mesi. In fondo ci sta bene, messo lì, è coreografico. Ci piace vederlo perché ci ricorda che prima o dopo cominceremo a fare quella cosa. Ma quando inizierà? Un giorno o l’altro, o forse mai. In fondo, non c’è mica scritta la data di inizio? C’è scritto solo “dieta”!!!!

Ho parlato di dieta perché è la parola che si sente più spesso.
Ma è un male comune. Tutti vorremmo cambiare la nostra vita, le nostre abitudini che non ci piacciono, il nostro modo di agire e di comportarci. 

 

Tutti vorremmo stare bene, sentirci in forma, avere una pancia piatta – e qui mi riferisco più a noi maschietti. Ma quanto veramente siamo disposti a cambiare le nostre abitudini? Nel mio libro ho scritto queste tre domande, utili al cambiamento:
– quell’azione, la vuoi fare veramente, o vuoi continuare a prenderti in giro, dicendoti che ti piacerebbe farlo, ma …?
– per quale motivo allora non l’hai ancora fatta?
– cosa ti ha impedito di farla, fino adesso?
Buona domenica a tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.